utilizzi alternativi delle bustine di tè

Gironzolando qua e là per la rete in questo freddissimo pomeriggio di novembre, mi sono imbattuta in tale Ruby Silvious un’artista americana che, come me, ama la carta, ma a differenza mia, lei crea dei piccoli capolavori.

Il suo ultimo progetto si chiama 363 Days of Tea che, neanche a dirlo, prevede l’utilizzo delle bustine di tè. Ruby, al contrario di quanto si faccia noi di solito, ha deciso di non gettare via gli involucri e i filtri del suo amato tè e di riutilizzarli per dare vita a una sorta di diario quotidiano illustrato.

Di certo la vista non le manca e neanche il talento. Sono andata a visitare il suo sito web e con molto piacere ho scoperto che realizza anche origami, installazioni o altre creazioni di grandi dimensioni di un certo livello tecnico, ma nulla in confronto alle sue bustine di tè. Ho un’unica domanda sulla faccenda: che ne è stato del giorno 364 e del giorno 365?

363-days-of-tea1363-days-of-tea2363-days-of-tea363-days-of-tea5363-days-of-tea6363-days-of-tea4363-days-of-tea7

Leave a reply